DISCO

Il disco vertebrale si compone di un elemento centrale idratato, denominato "nucleo" (in giallo) ed una struttura di contenzione periferica detta "anulus" (in azzurro), che appunto come un anello racchiude il nucleo. Quando l'anulus si interrompe, parzialmente o totalmente, il nucleo si fa strada attraverso la breccia (in rosso), e tende a fuoriuscire comprimendo le radici nervose.

I sintomi
L'ernia del disco è oggi una vera malattia sociale, interessando una ampia fascia di popolazione compresa in genere tra i 30 e 55 anni, cioè pazienti in età lavorativa, con conseguente danno sociale oltre che personale. Solitamente, il paziente avverte un dolore che dal centro del gluteo si irradia lungo l'arto (superiore o inferiore) accentuato sotto carico. Il dolore può perdurare settimane e resistere all'assunzione di farmaci convenzionali.

Le terapie
Nonostante i progressi della chirurgia convenzionale, esiste comunque una percentuale di insuccessi (12% circa) a carico dei pazienti sottoposti a intervento chirurgico tradizionale, tale da configurare una nuova "sindrome",denominata "FBSS o Failed Back Surgery Sindrome".
Il paziente con un'ernia espulsa, cioè un nucleo ormai al di fuori del disco originario, che presenti paresi dell'arto, segni di denervazione alla Elettromiografia o un dolore insedabile da più di 2 mesi che limita in maniera rilevante l'autonomia, deve essere sottoposto a intervento chirurgico "convenzionale".
La situazione più frequente è tuttavia costituita da pazienti con protrusioni a ernie discali in assenza di paresi ad un arto e con semplice dolore lombare o sciatalgico. Questi pazienti si avvantaggiano delle tecniche di discectomia (cioè distruzione di parte del disco malato) percutanea mini-invasive, che non necessitano di anestesia generale e vengono eseguite sotto guida TAC per ridurre i rischi di intervento ed aumentare la precisione della discectomia. Tra le tecniche oggi in uso per distruggere una protrusione/ernia contenuta, le più comuni sono:
- La Discolisi Chimica,
- La Discolisi Meccanica,
- La Coblazione del disco,

VANTAGGI

Nessuna Anestesia generale, nessun rischio di cicatrici profonde, tempi d'intevrento e di degenza ridotti.

scopri di +
prof. luigi manfrè
Ambiti d'Intervento
Scopri tutte le aree d'intervento del Prof. Luigi Manfrè
CANALE VERTEBRALE
scopri di +
VERTEBRE
scopri di +
FACCETTE
scopri di +
INSTABILITA'
scopri di +
NEUROMODULAZIONE TC GUIDATA
scopri di +
Video
Alcuni video del Prof.Luigi Manfrè con iterventi su Rai 1 e Rai 3
Hai bisogno di prenotare una visita?
Contatta lo studio e verifica la disponibilità per la tua prenotazione
RICHIEDI APPUNTAMENTO